Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

La sfida del turismo: equilibrando crescita economica e sostenibilità ambientale

Esploriamo le strategie per un turismo sostenibile e le nuove tecnologie che possono rivoluzionare il settore
  • Il settore turistico rappresenta quasi il 10% del PIL mondiale, secondo il WEF.
  • La Svizzera dispone di circa 5'000 chilometri quadrati di aree protette, rispetto ai 270'000 km² della Spagna.
  • Le nuove tecnologie come i carburanti sostenibili richiedono venti anni per diventare realtà ma hanno il potenziale per rendere i viaggi più sostenibili.

Il settore turistico globale si trova di fronte a una sfida epocale: bilanciare la crescita economica con la sostenibilità ambientale. Secondo il rapporto “Travel and Tourism Development Index 2024” pubblicato dal World Economic Forum (WEF) in collaborazione con l’Università del Surrey, il settore dei viaggi e del turismo dovrebbe raggiungere o superare i livelli pre-pandemia nel 2024. Questo risultato è attribuito alla riapertura delle economie e alla ripresa della domanda di viaggi.

Francisco Betti, coautore del rapporto e membro del Comitato esecutivo del WEF, sottolinea che il settore rappresenta quasi il 10% del PIL mondiale e ha un notevole impatto sull’occupazione. Tuttavia, nonostante la crescita, il settore è fragile e deve affrontare sfide significative, tra cui incertezze macroeconomiche, rischi geopolitici, ambientali e climatici.

Le sfide del settore turistico

Il settore turistico deve affrontare numerosi rischi che possono mettere fuori gioco intere regioni. Tra questi, la digitalizzazione e l’intelligenza artificiale generativa stanno sconvolgendo il settore con l’arrivo di nuovi attori e la crescita delle prenotazioni online. Inoltre, l’offerta non riesce a tenere il passo con la forte domanda a causa della carenza di manodopera qualificata, della mancanza di voli e delle infrastrutture obsolete.

La ripresa del settore non è uniforme in tutte le aree geografiche. I primi dieci posti nella classifica del WEF sono occupati da Paesi occidentali, Giappone e Cina, mentre i Paesi in via di sviluppo stanno migliorando ma restano ancora molto indietro. La Svizzera, ad esempio, si trova al decimo posto nella classifica del 2024. I prezzi elevati rendono il Paese meno attrattivo per il turismo di massa, ma permettono di rivolgersi a una clientela facoltosa e di evitare l’overtourism.

Gestione sostenibile del turismo

La gestione sostenibile del turismo è fondamentale per preservare le risorse naturali e culturali. La Svizzera dispone di circa 5’000 chilometri quadrati di aree protette, tra cui parchi nazionali visitabili. Tuttavia, il confronto diretto con Paesi come la Spagna, che ha 270’000 chilometri quadrati di aree protette, o gli Stati Uniti, con 2,9 milioni di chilometri quadrati, può essere fuorviante.

L’overtourism non rappresenta una sfida particolare per la Svizzera, ma è localizzato in alcune aree come Lauterbrunnen. È importante un dialogo continuo tra autorità e residenti per raggiungere un consenso e basare le discussioni su fatti scientifici, come il numero massimo di visitatori giornalieri che un sito può ospitare senza deterioramento naturale. Le Nazioni Unite raccomandano metodi per evitare l’overtourism, come meccanismi di tariffazione dinamica, creazione di zone pedonali e utilizzo di big data per monitorare l’impatto turistico.

Il ruolo delle nuove tecnologie

Le nuove tecnologie possono contribuire a rendere i viaggi più sostenibili. Carburanti sostenibili per l’aviazione, idrogeno ed energia elettrica richiedono investimenti massicci e una ventina d’anni per diventare realtà. Tuttavia, Francisco Betti è ottimista riguardo al progresso tecnologico e sottolinea l’importanza di un grande sforzo di coordinamento tra tutti gli attori del settore.

I consumatori sono sempre più disposti a pagare di più per soluzioni sostenibili, soprattutto tra le giovani generazioni delle economie sviluppate. Esistono soluzioni più costose che compensano le emissioni di CO2 e c’è un crescente interesse per queste opzioni.

Bullet Executive Summary

In conclusione, il settore turistico globale si trova di fronte a una sfida cruciale: bilanciare la crescita economica con la sostenibilità ambientale. La gestione sostenibile del turismo è essenziale per preservare le risorse naturali e culturali, e le nuove tecnologie possono giocare un ruolo chiave in questo processo. Tuttavia, è necessaria una collaborazione coordinata tra tutti gli attori del settore e un impegno significativo da parte dei consumatori per viaggiare in modo responsabile.

Nozione base: La transizione ecologica nel turismo implica l’adozione di pratiche sostenibili che riducono l’impatto ambientale e promuovono la conservazione delle risorse naturali e culturali.

Nozione avanzata: L’economia circolare nel turismo si basa su un modello di sviluppo che mira a ridurre al minimo i rifiuti e a massimizzare l’uso efficiente delle risorse attraverso il riciclo, il riutilizzo e la rigenerazione dei materiali, contribuendo così a un turismo più sostenibile e resiliente.

Riflettiamo insieme: come possiamo, come viaggiatori, contribuire a un turismo più sostenibile? E quali azioni possiamo intraprendere per supportare le destinazioni turistiche nel loro percorso verso la sostenibilità?


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *